Filiera corta e sostenibilità

Il principale obiettivo di Fattoria della Mandorla nel 2022 sarà promuovere una filiera corta e sostenibile, dimostrando giorno per giorno il suo grande amore per l'ambiente.

Sapete cosa significa filiera corta?

L'Enciclopedia Treccani la definisce come una "filiera produttiva caratterizzata da un numero limitato di passaggi produttivi e di intermediazioni commerciali, tale da facilitare o determinare il contatto diretto fra il produttore e il consumatore, con conseguente riduzione dei costi al consumo dei prodotti, dei quali inoltre sarebbe più direttamente verificabile la genuinità".

Filiera corta significa che tutte le fasi del nostro lavoro viengono realizzate nella nostra azienda agricola situata nel Parco Nazionale dell’Alta Murgia. Dalla coltivazione e  raccolta delle mandorle alla sfogliatura, dalla pelatura fino alla trasformazione nel laboratorio alimentare. 

Filiera corta significa che i nostri 30000 mandorli sono principio e termine di tutti i prodotti che potete acquistare sul nostro ecommerce, dalle mandorle al naturale, alle creme passando per il latte o l'olio vegetale, fino ad arrivare ai freschi e stagionati.

Le più grandi concorrenti nel campo della produzione e commercializzazione della mandorla sono le aziende californiane, ma sono aziende intensive di grandissime dimensioni che producono tonnellate di mandorle a discapito, a volte, della qualità.

I nostri mandorli sono coltivati in una terra perfetta per questa tipologia di produzione agricola e, con la trasformazione del ciclo completo della Mandorla di Toritto, abbiamo valorizzato la biodiversità del territorio di Murgia .

Grazie al sapore e alle proprietà della nostra Mandorla abbiamo creato una linea di alimenti biologici di alta qualità, che fanno bene alla salute e all’ambiente grazie a una filiera corta circolare, biologica al 100% e dalla massima tracciabilità.

Economia circolare è, invece, un sistema in cui tutte le fasi di produzione sono organizzate per ridurre o eliminare gli scarti; un  modello che si basa sul recupero di ogni materia prima, con un impatto positivo sul piano sociale, economico e ambientale. Nella nostra filiera il mallo, il guscio e il tegumento del seme mandorla sono utilizzati come concime e ammendante per i mandorleti.

Grazie all’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili si eliminano le sostanze dannose per l’ambiente e si riduce la produzione di rifiuti. Avere cura dell'ambiente significa per noi rispettarlo e rispettarne soprattutto i ritmi. Poco importa se le nostre produzioni saranno scandite dal ritmo lento e molto spesso incostante delle stagioni: sappiamo che i nostri mandorli ci ricambieranno dandoci ottimi frutti.

Siamo la più piccola filiera del seme mandorla del mondo, ma questo non ci spaventa, anzi. Noi consideriamo questo un vantaggio notevole in termini di sostenibilità.

Le nostre produzioni si ispirano agli obiettivi dell'Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile promossa dall'ONU. Quella tracciata è una strada indubbiamente in salita, ma siamo convinti che anche attraverso il nostro piccolo contributo potremmo costruire un mondo migliore.

Avete qualche suggerimento per perseguire insieme questi obiettivi? Fatecelo sapere!